Puglia


Il consumo di vino nelle regioni italiane – dati ISTAT 2012

4 commenti
CONSUMO REGIONI 2012 0

 

Come promesso torno sull’argomento dei consumi di vino in Italia affrontando l’argomento dal punto di vista regionale. L’analisi che segue non solo cerca di identificare le regioni dove il modello di consumo non si è ancora adeguato alla moda del “consumo sporadico”, ma mette anche in luce quanto, ad oggi, il vino sta diventando un prodotto la cui penetrazione è fortemente correlata alla ricchezza delle persone: la correlazione che vedete nell’ultimo grafico vi indica chiaramente che le regioni più ricche sono quelle dove più persone sono consumatori di vino. Il centro Nord, cioè Marche, Emilia Romagna e Toscana sembrano essere le aree dove il consumo pesante di vino (qui identificato con “oltre 50cl di consumo giornaliero”) è ancora più marcato che nel resto d’Italia: il rischio di calo dei consumi sembra più importante. Invece, le regioni del Nord Est, prima tra tutti il Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, ma anche in parte il Veneto, sono quelle dove il “mercato” si è già spostato sul modello di consumo sporadico e allontanato da quello giornaliero rilevante. Vediamo insieme qualche numero.

Continua a leggere »

Puglia – produzione di vino e superfici vitate – aggiornamento 2011

nessun commento

La Puglia ha prodotto nel 2011 5.7 milioni di ettolitri di vino e mosti, il livello piu’ basso degli ultimi anni, in linea con il 2007 e del 25% in ribasso rispetto al 2010. Frutto presumibilmente del forte calo delle superfici vitate, che sono scese a 97mila ettari nel 2010 (censimento) da 111mila nel 2000 e potrebbero essersi ulteriormente ridotti a 85mila nel 2011. Molti indicatori qui commentati puntano nella direzione giusta: la produzione in valore non scende (-1%), quindi il valore del prodotto aumenta. Infatti, la produzione di vini DOC e soprattutto IGT continua a crescere (quest’ultima anche in valore assoluto), portando il sistema vinicolo pugliese su livelli piu’ sostenibili nel futuro. Analizziamo i dati in dettaglio.

Continua a leggere »

Puglia – produzione di vino e superfici vitate – aggiornamento 2010

nessun commento

• Produzione in ripresa del 21% nel 2010 ma allineata alla media storica (-1%)
• Forte crescita della produzione in provincia di Taranto (+59%, 9% sopra la media storica), in calo invece a Foggia (-8%, 6% sotto media)
• Superfici vitate in calo costante (finalmente un dato che sembra essere coerente con le notizie circa gli espianti), per la prima volta sotto i 100mila ettari. Trend quinquennale di -1.2% all’anno.
• Nuova provincia di Trani-Andria-Barletta rende confronti provinciali difficili da valutare
• Cresce la produzione di mosti al massimo recente del 7% della produzione, resta invece piuttosto bilanciata la produzione di vini rossi e bianchi (51% e 41%)
• Aumenta la quota di vini DOC al 14% del totale mentre e’ ormai molto importante la produzione di vini IGT, al 27% del totale.
• Secondo Istat l’economia vinicola regionale e’ andata molto bene nel 2010 (+12% valore vino, +20% produzione viticola). Il dato pero’ sconta un andamento molto sfavorevole nel 2009. Il picco del 2008 e’ ancora lontano.

Continua a leggere »

Puglia – produzione di vino – aggiornamento 2009

8 commenti


Considerazioni chiave:
– La Puglia mostra un calo significativo della produzione, delle superfici vitate e del valore della produzione vinicola nel 2009. Il settore del vino sta chiaramente regredendo nella regione, fortunatamente mantenendo la produzione ad alto valore aggiunto.
– La produzione scende del 15% nel 2009, dell’8% annuo sugli ultimi 5 anni e si pone il 14% al di sotto della media degli ultimi 5 anni. In provincia di Brindisi la produzione e’ nel 2009 meno la meta’ del 2005, a Bari e’ scesa del 30%.
– Le superfici vitate scendono del 2.5% a 100mila ettari. Il calo sui 5 anni e’ di poco superiore all’1% annuo, cioe’ circa 5000 ettari persi in 5 anni.
– Bianchi contro rossi. La produzione si sta muovendo verso I vini bianchi che sono giunti al 43% della produzione totale contro il 38% del 2005. I vini rossi sono scesi dal 58% al 50% in 5 anni, mentre la produzione di mosto e’ passata dal 3% al 6% della produzione totale.
– Meno vini da tavola, piu’ vini IGT per ora. La riduzione delle superfici vitate sembra essere orientata correttamente verso una riduzione dei vini da tavola.
– Il valore della produzione vitivinicola scende di ben il 23% nel 2009 contro il -12% dell’Italia. Notate come il valore della produzione di vino sia marginale rispetto a quello della viticoltura: la Puglia resta una regione focalizzata sulla produzione di uva da tavola.



Continua a leggere »

Puglia – produzione vini DOC/DOCG – aggiornamento Federdoc 2007

5 commenti


puglia federdoc 2007 1

Fonte: Federdoc
Mentre costruivo questo post sulla produzione di vini DOC in Puglia (fonte: Federdoc), mi sono fermato una serie di volte a ricontrollare i numeri, per verificarne la correttezza, cioe’ la corrispondenza tra quello che pubblica Federdoc e il mio file excel. Verificata questa corrispondenza subentrava lo stupore di guardare a dei numeri incompleti e, in alcuni casi, probabilmente sbagliati. E subito dopo, il pensiero era di cancellare questo post, di non pubblicarlo. Ho pensato invece di procedere per una serie di motivi che includono la necessita’ di sottolineare ancora una volta le cose che non funzionano ma anche la consapevolezza che io ho pur dedicato un’ora del mio tempo a raccogliere questi dati, e non utilizzarli (e consentire a chiunque di farlo) non era il caso. Parliamo quindi dei dati DOC della Puglia, regione che produce 5.7m/hl di vino nel 2007, di cui circa 0.8m/hl sono di vini DOC secondo ISTAT e circa 0.4m/hl secondo Federdoc.


puglia federdoc 2007 2

In Puglia le DOC importanti si contano sulle dita di una mano: sono Salice Salentino, Primitivo di Manduria, Castel del Monte e San Severo. I dati pero’ non sono univoci: dal punto di vista produttivo il Salice Salentino supera tutti con 100mila hl, seguito da Castel del Monte con 73mila. Dal punto di vista delle superfici, dopo il Salice Salentino (2142 ettari) viene il Primitivo di Manduria (1899). Purtroppo nel caso del Primitivo secondo Federdoc questa grande superficie produce soltanto 17600 quintali di uva, il che equivale a 9 quintali per ettaro e, di conseguenza, 12361 ettolitri di vino.

puglia federdoc 2007 3

Detto questo, e’ chiaro che parlare di numeri totali (che sono peraltro quelli della tabella di intestazione del post) diventa difficile. Ci sono altri buchi: mancano il numero di iscritti di alcune DOC, di altre non ci sono le superfici denunciate. Considerando che si tratta di dati che vengono prodotti con circa 18 mesi di ritardo rispetto alla vendemmia, diciamo che la situazione non e’ proprio delle migliori.


puglia federdoc 2007 tabtotale

E io con questo mi fermerei. Valgono naturalmente le medesime considerazioni sulle altre regioni: ci sono troppe DOC che producono poco (se i dati sono corretti). In Puglia ci sono 26 DOC per 400mila hl di vino. Anche se fossero 800mila come dice ISTAT sarebbe sempre troppo poco. 26 DOC di una dimensione sensata dovrebbero produrre 2m/hl di vino. Almeno.